Per visitare questo sito devi aver compiuto l'età legale per il consumo di bevande alcoliche.
CLICCA QUI
To visit this site you should have reached the legal age which allows you to drink wines and spirits. If you did it, so
CLICK HERE

© MELADAY is registered trademark. Please drink responsibly --- Best resolution 1024x768 px. Designed by lim studio

MELADAY® è un liquore festoso, risultato dell’unione tra l’infusione dei fiori dell’Ibiscus. Prodotto e imbottigliato dall’Antica Distilleria Petrone con sede a Mondragone – Caserta. Produzione artigianale di distillati come liquori, limoncello, creme, grappe, mignon, bagne per pasticceria e dolci, analcoliche e alcooliche. La storia, informazioni e vendita online del catalogo dei prodotti.

MELADAY® è prodotto e distribuito da Antica Distilleria Petrone S.R.L.
Via Gaeta, 61 - 81034 - Mondragone (CE) ITALY - Partita IVA e Codice Fiscale: IT03347140612
Tel. (+39) 0823 978 047 - Fax (+39) 0823 973 931 - www.distilleriapetrone.it

Mela Annurca - Definita la “regina delle mele”, soprattutto per la spiccata qualità organolettica dei suoi frutti, l'Annurca ha da sempre caratterizzato la melicoltura campana. La sua raffigurazione nei dipinti rinvenuti negli scavi di Ercolano ed in particolare nella Casa dei Cervi, testimonia l'antichissimo legame dell'Annurca con la Campania felix. Luogo di origine sarebbe l'agro puteolano, come si desume dal “Naturalis Historia” di Plinio il Vecchio (Como 23 d.C. - Stabia 79 d.C.). Proprio per la provenienza da Pozzuoli, sede degli Inferi, Plinio il Vecchio la chiama “Mala Orcula” in quanto prodotta intorno all'Orco (gli inferi). Anche Gian Battista della Porta (1535 - Napoli 1615) nel “Suae Villae Pomarium”, nel descrivere le mele che si producono a Pozzuoli riferisce come queste siano volgarmente dette orcole. Da qui i nomi anorcola e annorcola utilizzati successivamente, fino a giungere al 1876 quando il nome “Annurca” compare ufficialmente nel Manuale di Arboricoltura di G.A. Pasquale. Descrizione del prodotto L'Annurca, anche nel mutante “Rossa del Sud”, è famosa per la polpa croccante e compatta, gradevolmente acidula e succosa, aromatica e profumata, di buone qualità gustative. Il frutto si presenta del tipico colore rosso con epidermide liscia, cerosa, mediamente rugginosa nella cavità peduncolare. Uno degli elementi di tipicità che certamente caratterizzano questa coltura è l'arrossamento a terra delle mele nei cosiddetti “melai”, un tempo coperti di strati di canapa detti “cannutoli” oggi sostituiti da altri materiali (aghi di pino, trucioli di legna, ecc.).

Fiore Ibiscus – Hibiscus - famiglia: Malvaceae - E' una pianta erbacea molto apprezzata per i fiori appariscenti, presenta grandi foglie verde scuro, ovate, con margini dentati. I fiori sono molto grandi, dalla forma imbutiforme, di colore rosso vivo, dal centro sporgono i pistilli e gli stami. Nelle molte varietà esistenti in commercio esistono fiori colorati dal rosa, al giallo, al bianco; i fiori possono essere semplici o doppi. Durata: Perenne - Periodo di fioritura:Fiori dall'aspetto tropicale, grandi di breve durata, di forma campanulata, composti da 5 petali sovrapposti alla base area di origine:Regioni tropicali e subtropicali di Asia, Africa e Australia. Zone temperate dell'Europa. Clima:Temperato, Mediterraneo - Uso: Nelle regioni a clima più mite viene coltivato all'aperto, altrimenti in vaso all'aperto durante le stagioni più calde, portandolo al riparo nei mesi invernali.